SPOLLONATURA E SCACCHIATURA

La spollonatura è una pratica molto importante che avviene in vigna in questo periodo dell’anno e consiste nell’eliminazione dei germogli (polloni) che non portano uva e che si originano direttamente dal legno vecchio nella porzione basale del fusto .
I germogli vengono eliminati perché sottraggono energie a quelli produttivi e possono ridurre l’aerazione dei grappoli.
Al fine di eseguire in maniera ottimale la spollonatura è fondamentale il momento dell’intervento, cioè quando i polloni hanno lunghezza inferiore ai 15-20 cm e si staccano facilmente dal legno vecchio senza creare ferite profonde o slabbrate.
La spollonatura può avvenire manualmente in tal caso si tratta di un lavoro lento e scomodo, può avvenire attraverso l’uso di appositi macchinari oppure attraverso l’utilizzo della chimica.

→  CORSO DI AVVICINAMENTO AL VINO ONLINE ←

Terminata questa pratica, si procede con la scacchiatura mediante la quale si eliminano i germogli in eccesso e privi di grappoli. In tale maniera le piante godranno di una maggiore aerazione , insolazione favorendo la lotta ai parassiti.
Praticamente con la scacchiatura, vengono lasciati nella pianta solo i tralci che portano i grappoli, nelle posizioni assegnate dalla forma di allevamento e quelli strettamente indispensabili per assicurare la produzione l’anno successivo

A distanza di un paio di settimane dalla scacchiatura si procede alla sfogliatura con cui si eliminano invece le foglie in eccesso sulla pianta.

A questo punto la pianta è quasi pronta per la maturazione e non resta che attendere fine agosto/inizio settembre per raccoglierne i frutti.

Maria Teresa Gasparet 18 Giugno 2020