DISPOSIZIONE DEI CALICI A TAVOLA

Apparecchiare bene la tavola è certamente appagante e rende speciale il convivio con i nostri ospiti.
Ma come si posizionano correttamente i calici?
Nel classico galateo, a tavola i bicchieri consentiti per ciascun ospite sono al massimo cinque (1 per l’acqua, due per il vino bianco e due per il vino rosso) e vanno posizionati alla destra del piatto, in obliquo sopra le posate.
Il bicchiere dell’acqua deve trovarsi in direzione della punta del coltello e a seguire si posizionano quelli del vino, dapprima i calicI da vino bianco, a seguire quellI per il rosso.
Se in tavola è prevista la flûte per lo spumante secco, va posizionata dietro ai tre bicchieri principali, in parallelo al bicchiere del rosso.
I calici da dessert, da distillati o amari si portano in tavola a fine pranzo, dopo aver tolto gli altri ad eccezione del bicchiere da acqua.
I calici non vanno mai riempiti fino all’orlo si rischia solamente di bagnarsi e di bagnare la tovaglia! Il bicchiere si riempie solo di 1/3.

Come scelgo il bicchiere giusto?
Le caratteristiche di ogni tipo di calice determinano un impatto differente tra il vino e il palato, ecco perché esistono forme che esaltano al massimo le caratteristiche di ciascun vino. QUI pote trovare le i suggerimenti per scegliere il calice adatto per per ciascun vino.

Dove posizionare la glacette?
Il secchiello del ghiaccio per tenere in fresco vini bianchi e bollicine, può essere messo al centro del tavolo, permettendo ai commensali (uomini) di servirlo, o vicino a chi si occuperà  della mescita; se si ha del personale di servizio meglio posizionarlo in un tavolino a parte (gueridon).

Regole di buona educazione quando si beve
Ovviamente bisogna evitare qualsiasi rumore sgradevole quando si deglutisce acqua o vino.
I calici non vanno mai riempiti fino all’orlo: si rischia solamente di bagnarsi e di bagnare la tovaglia! Il bicchiere si riempie solo di 1/3.
Saranno gli uomini a servire alle donne il vino, ma nessuno, se servito, deve alzare il calice verso chi lo dovrebbe riempire.
I calici vanno tenuti dallo stelo per evitare di surriscaldare il vino e si deve evitare di lasciare segni di rossetto o altro sul calice .

Come lavare e conservare i bicchieri
I calici devono essere posizionati in tavola senza macchie, pelucchi o polvere e non devono presentare alcun odore (di credenza o detersivo).
Il primo lavaggio del nuovo calice va effettuato con risciacquo in acqua calda, a cui segue un lavaggio con aceto puro, operazione che provvederà a rimuovere eventuali tracce di grasso e residui di lavorazione. Seguirà un accurato risciacquo con acqua calda, o meglio ancora con acqua distillata in modo da eliminare tracce di calcare e di cloro eventualmente presenti nell’acqua usata per il precedente lavaggio.
Per evitare tracce di calcare, il bicchiere dopo essere stato lasciato sgocciolare capovolto, va asciugato con un canovaccio assolutamente inodore.

Maria Teresa Gasparet 

A Natale regala un’esperienza firmata Sorsi e Percorsi. Per saperne di più clicca ▶️ QUI